Donne fotografe sotto i riflettori in onore dell’8 marzo

 

Ecco a voi, un po’ di cultura quotidiana. 

Proprio così, l’8 marzo è la giornata internazionale dei diritti delle donne. Perciò abbiamo pensato che questa è una buona occasione per evidenziare e celebrare le carriere delle donne che hanno segnato la storia della fotografia. Carriere atipiche, a volte sconosciute e dimenticate. E meritano solo di essere conosciute. Via libera, iniziamo! 

  • Iniziamo con Dora Maar (1907-1997).

 

Spesso la sua figura è stata associata come “Musa di Picasso”, ma lei è soprattutto un’artista poliedrica: fotografa, ma anche pittrice e poetessa! Ha iniziato come fotografa cinematografica negli anni ‘30, ma è diventata famosa per aver fotografato le fasi creative del famoso quadro “Guernica” di Pablo Picasso. Lui stesso ha utilizzato le fotografie di Dora Maar per il suo processo creativo. 

Ha poi fatto diversi autoritratti, così come fotomontaggi o collage associati al periodo surrealista. 

  • Fotografa sì, ma in segrato! Ed ecco la storia straordinaria di Vivian Maier (1926-2009).

 

 

Questa tata americana si dedicò alla sua passione per la fotografia per anni in segreto, e fu solo dopo la sua morte che il mondo intero scoprì il suo meraviglioso lavoro. 

Un giovane agente immobiliare ha comprato un lotto di migliaia di negativi di Vivian nel 2007 per la modica cifra di 400 dollari. E subito dopo la sua morte, ha scoperto questo potente occhio sulla società americana! Descritta come una pioniera della “fotografia di strada”, Vivian Maier ha fotografato scene di strada e ritratti durante tutta la sua vita, e il suo nome è ormai conosciuto in tutto il mondo. 

  • E infine, la fotografa delle stars Annie Leibovitz (1949-.)!

Fotografa fantastica, scattava per gente famosa facente parte del mondo dello spettacolo! La classe americana (e non solo a Dallas!) è Annie Leibovitz (1949-.). Fotografa per le riviste più importanti come Rolling Stone, Vanity Fair e Vogue, cattura le celebrità con un occhio unico e inimitabile. 

 

Se si dovesse ricordare una storia su di lei, sarebbe questa: l’8 dicembre 1980, andò a casa di John Lennon e Yoko Ono per un servizio fotografico. Fu l’ultima persona a scattare una foto di John Lennon, che morì alla fine della giornata stessa. 

 

Ma anche tra coloro più vicine a noi, le nostre fotografie preferite sono… quelle di Cheerz, naturalmente! Un team 100% femminile che si occupa della sublimazione dei prodotti e dei modelli. 

Ti piace? Condividi!